I vini

​Per maggiori informazioni e ordini clicca QUI

PA4M3899

Malvasia secco 2015

Salina IGT

Uve: 100% malvasia delle Lipari

Questo vino è ottenuto al 90% da uve Malvasia di Lipari (10% di altri vitigni autoctoni) coltivate, nel totale rispetto della natura, in una ventina di piccoli appezzamenti collocati in zone vocate sui terreni sabbiosi e vulcanici dell’isola di Salina.

La fermentazione delle uve avviene esclusivamente su lieviti autoctoni a temperatura controllata.

Download pdf


Occhio_di_Terra_label

Occhio di terra 2015

NOVITÀ

Salina IGT

Uve: 100% malvasia delle Lipari

Malvasia secco 2015 affinato in anfora

Questo vino ha origine da una particolare selezione di uve Malvasia di Lipari coltivate, nel totale rispetto della natura, nell’isola di Salina.

Il vino nasce da una fermentazione sui soli lieviti autoctoni e riposa sulle bucce per 30 giorni e viene affinato all’interno di anfore in terracotta per un periodo di 6 mesi, trascorso il quale passa, dopo una leggera filtrazione, in bottiglia.

Download pdf


PA4M3904

Rosso di Salina 2015

Salina IGT

Uve: corinto nero (20%) e nero d’Avola (80%)

Questo vino celebra il matrimonio tra due uve a bacca rossa che hanno lunga storia in queste terre: il Corinto nero e il Nero d’Avola, vitigni ben acclimatati sull’isola di Salina da cui provengono le uve, coltivate nel totale rispetto della natura.

Il vino nasce da fermentazione sui soli lieviti autoctoni.

Matura per un anno per il 50% in fusti d’acciaio e per il 50% in botti di rovere. A questo segue un ulteriore affinamento in bottiglia.

Download pdf


PA4M3892

Malvasia delle Lipari Passito 2014

Malvasia delle Lipari DOC

Uve: malvasia delle Lipari 95%, corinto nero 5%

La Malvasia passita è storia e memoria eoliana. Fu vino regale in tutta Europa fino a inizio Novecento. Fillossera, emigrazione e guerre ne fecero quasi perdere le tracce.

Oggi a Salina coltiviamo Malvasia delle Lipari con rispetto assoluto per la natura e per il vitigno. Le uve, a giusta maturazione, vengono raccolte a mano e poste ad appassire al sole mediterraneo di settembre sui tradizionali cannizzi (graticci) per circa 15-20 giorni. Dopo la vinificazione, senza aggiunta di lieviti, la Malvasia si affina in parte in acciaio e in parte in rovere per sei mesi. Riposa poi altrettanto in bottiglia.

La Malvasia passita è testimonianza gustativa delle Eolie: colore giallo intenso e dorato, sentori di agrumi, fior d’arancio, miele, mandorla. Superbo vino da meditazione, va gustato di per sé solo. O abbinato a formaggi erborinati, stagionati o piccanti.

Download pdf


 PA4M3909

Nero du munti 2014

Salina IGT

Uve: 100% Corinto nero

Il Corinto Nero è, con la Malvasia delle Lipari, vitigno autoctono delle vulcaniche Isole Eolie. A Lipari, nel vecchio cratere di Fossa del Monte, il vitigno sopravvisse alla fillossera, grazie al terreno composto di cenere, sabbia e pomice. Proprio il corinto nero, franco di piede, che oggi ancora costituisce il vigneto della Fossa, dà origine a questo vino, da vigne centenarie (circa mezzo ettaro) e reinnestate (un ettaro di nuovo impianto). Siamo a 300 mt s.l.m. con esposizione sud ovest. La vinificazione avviene senza lieviti aggiunti, con un mese di macerazione sulle bucce a temperatura di 27-29 °C.Il vino riposa in parte in rovere e in parte in acciaio per un anno.

Rosso pieno e vinoso, giustamente tannico ed equilibrato. Ha buona stoffa e capacità d’invecchiare.

Download pdf


PA4M3901

Infatata 2015

Salina IGT

Uve: 100% Malvasia delle Lipari provenienti dal vigneto di Tricoli

Questo vino nasce da uve Malvasia di Lipari coltivate, nel pieno rispetto della natura, nel vigneto di Tricoli.

L’ appezzamento ha forma triangolare, da qui il nome) appoggiato sul versante Nord dell’isola di Salina, esposto a nord ovest e affacciato sul blu del Mediterraneo.

La fermentazione delle uve avviene esclusivamente su lieviti autoctoni, a temperatura controllata.

Download pdf